Nino Ucchino nasce in Sicilia nel 1952. Già da bambino frequenta lo studio del pittore Silvio Timpanaro, successivamente studia all’istituto statale D’arte di Messina e per alcuni anni presso la facoltà di architettura dell’università degli studi di Reggio Calabria. A 22 anni è già a Milano dove espone le sue prime opere pittoriche. Qui diventa allievo del pittore Luca Crippa e resta nel suo studio di via Brera per quattro anni. In questo lungo periodo, oltre che a Milano , allestisce mostre personali e colletive in tutta la Lombardie ed all’estero. A 28 anni, incontra a Roma il Prof. Giulio Carlo Argan attraverso il quale riceve un grande supporto culturale frequentandolo per alcuni anni. E’ il periodo delle mostre romane. Più in la, il prof. Giovanni Carandente, entusiasmato dalla produzione grafica di Ucchino, lo presenta in due mostre personali a Pesaro e in Germania, coinvolgendolo anche nell’allestimento di una grande mostra su Calder con Renzo Piano. A 36 anni, emerge, com’era già tracciato, la sua anima da scultore, realizzando negli anni a seguire grandi opere publiche in acciaio e trovando maggiore riscontro presso la stampa e la critica d’arte, fra i quali spiccano i nomi del prof. Claudio Strinati e del prof. Francesco Gallo che , nel 2006, lo presenta in una prestigiosissima mostra personale di scultura in acciaio nel complesso del Vittoriano (Roma), organizzata dalla provincia di Roma. Nino Ucchino, ha esposto, oltre che in italia, anche in gallerie e spazi publici all’estero: Svizzera, Francia, Germania, Polonia, Stati Uninti, Canada, Cina, e prossimamente in inghilterra e ancora in America. Dal 2007 le sue opere si trovano in permanenza alle gallerie d’arte Benucci di Roma in via del Babbuino e alla fondazione Benucci in via Mercadante oltre a collezzioni private nazionali ed estere. I suoi prossimi anni, sono già fitti di impegni, di mostre e di nuove istallazzioni publiche e private. Diverse sono le opere publiche a carattere monumentale sopratutto in Sicilia. Nino Ucchino, per scelta intellettuale e umana, vive e produce le sue opere pittoriche e scultoriche prevalentemente in Sicilia, in particolare a Savoca dove ha sede il suo museo-atelier. Come scrive Vanni Ronsisvalle [….] per Ucchino, il mondo, per quanto vasto e infinito, si concentra in un luogo che diviene linfa e motivazione profonda per la sua ricerca [….]. La gram parte delle opere sono esposte permanentemente presso il Museo Dell’acciaio a Savoca, piccolo centro minore della provincia di Messina della fascia costiera ionica.