La granita siciliana è considerata la regina delle specialità fredde della cucina e della pasticceria siciliana, unica come caratteristiche organolettiche, la granita è una vera delizia per il palato.

Granita siciliana o sorbetto?

Spesso confusa con il sorbetto insieme al quale può essere considerata uno dei progenitori del gelato e dal quale si differenzia per la consistenza più granulosa (da cui il nome) e cremosa allo stesso tempo.

Questa consistenza varia di zona in zona ed è quasi impossibile distinguerla con il sorbetto siciliano vero e proprio

Come gustare la granita?

La granita siciliana si serve solitamente in bicchieri di vetro trasparenti. Tradizionalmente va accompagnata da pane fresco e croccante, che è stato sostituito nel tempo dalla tipica brioscia siciliana preparata con pasta lievitata all’uovo e dalla forma a base semisferica sormontata da una pallina (chiamata tuppu o coppola o anche naso).

 A granita câ brioscia era ed è la colazione tipica dei siciliani, specialmente in estate e nelle zone costiere 

 gusti più comuni della granita sono mandorla, caffè, cacao o pistacchio, gelso o al limone tipica di Acireale in provincia di Catania

Spesso la granita è realizzata con frutta alternativa come quella esotica ma generalmente i siciliani apprezzano di più i gusti tradizionali.

Le feste della granita siciliana

Diverse sono sono le feste legate alla granita, una di queste è quella di Pedara già giunta alla IV edizione che si terrà in giugno, o della NIVIRATA di Acireale un vero festival internazionale legato alla specialità la cui data cambia ogni anno.

Quest’anno la Nivirata di Acireale non ha ancora annunciato il programma ufficiale, Cosa fare in Sicilia si premurerà di informarvi in tempo.

Cosa fare in Sicilia vi invita all’assaggio, una vera esplosione di piacere sotto zero.

FONTE: https://www.cosafareinsicilia.it/la-granita-siciliana-un-esplosione-di-freschezza/?fbclid=IwAR10vUNzBNEPYlg-l00I6ORnZgShLXInk9mfS89l9rNnG0JUhwQLAl8wTsM